Cose da fare prima di morire

Visitare l’Australia, tenere in braccio un koala, nuotare nella barriera corallina

Tornare a Londra, ascoltare i musicisti della metro, vivere la città in tutta la sua forza

Innamorarmi di una persona veramente speciale           ✓ fatto

Andare a New York, prendere un taxi giallo, dormire a Central Park

Trovare un vero amico    ✓ fatto

Guardare ancora la Via Lattea distesa in un prato al buio della Val D’Aosta

Studiare e trovare me stessa nella fotografia    ✓ fatto

Andare a un concerto dei Simple Plan

Scrivere un racconto, fino alla fine senza lasciarlo incompleto come al solito

Fare ancora una partita di pallavolo seria, giocando per Franco

Viaggiare sulla Route 66

Prendere le bacchette del batterista lanciate da un palco (chiunque lui sia)

Andare a la Tierra del Fuego, guardare le balene durante la stagione degli amori

Frequentare un corso di pasticceria   ✓ fatto

Prendere un appartamento tutto mio

Trovare lavoro     ✓ fatto

Amare    ✓ fatto

 Peace ☮

10 thoughts on “Cose da fare prima di morire

  1. Complimenti, mano a mano che leggo vedo che sei una ragazza che sa quello che vuole, sopratutto che sa sognare.
    Mi dispiace però per la Route 66, non esiste più è stata smembrata negli anni 80 e sostituita da autostrade, però il percorso storico esiste ancora e stanno rimettendo i cartelli che lo indicano dopo le proteste di molti. però tutto quel mondo di paesi tipici, punti di ristoro, e Motels è scomparso, chissà se col turismo storico, rinascerà qualcosa. Comunque negli stati uniti anche se non percorri la mitica 66 l’esperienza on the road è assicurata, a mio avviso farla in moto è il massimo.

    A presto 🙂

    • Non è vero, non so assolutamente quello che voglio. Queste sono solo cose banali, le cose “vere” non le so ancora. Cmq accetto il consiglio, andrò a farmi un bel viaggio in America prima o poi 🙂

      • Va bè, tutti non lo sappiamo bene e spesso strada facendo cambiamo idea, comunque già sapere, cosa si ama, cosa si odia e le cose da fare prima di partire per i campi Elisi, è un bel traguardo, poi si, come dici tu, sono banalità, ma è sempre dalle banalità che si parte per arrivare a quelle vere, importante è non smettere mai di sognare.

        Anche io prima o poi mi farò un viaggetto in America, per il momento raccolgo informazioni.
        …e non solo, ci vuole anche la materia prima 😉

        Bye

  2. Sappi che però i Koala puzzano, non sono per niente teneri come sembrano…ma condivido bei patatoni!!!! Anche io voglio prenderne in braccio uno!
    Scusa ma io commento sui koala =D l’argomento è saltato fuori qualche giorno fa partendo dai panda…un bacio Sympa

Scrivi un commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...