Ciò che odio.

Odio gli oggetti appuntiti.
Odio i professori che ti assegnano 20 pagine da studiare senza aver spiegato, dicendo “Domani interrogo”.
Odio le paranoie.
Odio la falsità.
Odio Hello Kitty.
Odio i computer.
Odio il beige.
Odio i falsi sorrisi.
Odio il calcio.
Odio la scuola, che non insegna mai niente di praticamente utile alla tua vita.
Odio l’inverno.
Odio le persone spavalde.
Odio le persone che hanno un posto di lavoro, pur non avendo mai studiato.
Odio i bulli.
Odio le parole buttate al vento.
Odio chi non mi sa ascoltare. 
Odio chi non mi guarda negli occhi mentre gli parlo.
Odio i libri thriller.
Odio le persone false.
Odio i baci di circostanza.
Odio chi mi dice “Sì perché di sì” o “No perché di no”.
Odio chi fa domande inutili, tanto per dire qualcosa.
Odio le gonne.
Odio i gatti.
Odio gli spinaci.
Odio la falsa sordità.
Odio il freddo.
Odio il perbenismo.
Odio i libri dal titolo “100 modi per trovare l’anima gemella” o “101 modi per dimenticare il tuo ex”.
Odio le coppiette sdolcinate.
Odio i pregiudizi.
Odio il matrimonio.
Odio la politica.
Odio le scarpe coi tacchi.
Odio l’economia.
Odio la chimica.
Odio i cessi degli autogrill.
Odio chi mi dice “Oh mi dispiace” senza aggiungere altro.
Odio il tedesco.
Odio sciare.
Odio i costumi da bagno.
Odio i broccoli.
Odio Berlino.
Odio chi suona in playback.
Odio la “musica” afro.
Odio le ballerine.
Odio il rumore del campanello di casa mia.
Odio i bimbi/e minchia.
Odio chi si droga.
Odio le macchine gialle.
Odio le discoteche.
Odio chi si mette i pantacollant con due tronchi al posto delle gambe.
Odio i navigatori satellitari.
Odio l’odore del caffè.
Odio i capelli bagnati nel lavandino e nella doccia.
Odio i giri di parole.
Odio gli occhiali a mosca.
Odio chi mi prende in giro.
Odio le cose complicate.
Odio il medioevo.
Odio chi dice di essere mio amico, e invece non lo è.
Odio chi mi risponde con un “Hmm.”
Odio chi se ne approfitta di me.
Odio chi fuma.
Odio gli orecchini.
Odio i voti a scuola.
Odio gli esami.
Odio la mancanza d’aria.
Odio gli occhiali che si oscurano al sole.
Odio i bambini vestiti di tutto punto al ristorante.
Odio chi urla sul pullman la mattina alle 7.30.
Odio il GF.
Odio chi va in discoteca senza saper ballare.
Odio le foto che vengono sempre male ad un concerto.
Odio chi sputa per terra.
Odio gli uomini che si rasano i peli del petto.
Odio i bambini che strillano senza motivo.
Odio chi dice che ti ama davvero, ma..
Annunci

2 thoughts on “Ciò che odio.

Scrivi un commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...