Ancora queste fastidiose farfalle.

E diavolo. Ancora voi. Ancora voi fastidiose farfalle. Anzi, ancora voi fastidiosissime farfalle nelle stomaco. Cosa volete da me? Venite ancora a rompermi l’anima. Mi date fastidio, diavolo. Nel pensarlo comincio a sentirvi che mi stuzzicate le pareti dello stomaco con le vostre zampette viscide. Nel ricevere un suo messaggio prendete tutte insieme la ricorsa e vi schiantate contro le pareti del mio stomaco. Nel sentire la sua risata al telefono, io rido e anche voi ve la ridete per il mio comportamento da idiota. Nel vederlo davanti a me con le braccia aperte, sorridente e che ride, voi cominciate a saltare come delle pazze nel mio stomaco. Nel prendermi per mano sento il suo calore e voi cominciate a volare di colpo tutte insieme, violentemente, saltate, ridete sguaiatamente, planate, vi ribaltate e vi schiantate sempre contro le pareti del mio stomaco. Non credete sia arrivato il momento di lasciare in pace il mio povero stomaco ridotto ormai a brandelli? Ora capisco quando nell’antichità si diceva che sentimenti risiedono nello stomaco e non nel cuore. Quando sei in ansia, ti si stringe lo stomaco; quando sei innamorata ci sono questi insetti meravigliosi che vengono a distruggerti le pareti dello stomaco, non del cuore.

Ma no dai, rimanete quanto volete, piccoli insetti pieni di vita e colore. Mi da fastidio ammetterlo, ma in fondo il vostro sfarfallare mi tiene ancora in vita.

 

 

Simmy.

Annunci

Scrivi un commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...