Era sola e sarebbe sempre rimasta sola.

Il treno del binario 9 ¾ passa solo una volta nella vita.
E’ il treno dei sogni, il treno dei desideri, il treno dell’amore, il treno della felicità,
il treno della vita. Non tutti riescono a prenderlo. La maggior parte lo perde.
La ragazza era impaziente quel giorno. Era agitata.
Era seduta su una panchina di una stazione abbandonata.
C’era solo lei. Nemmeno il capostazione.
Nemmeno un barbone che suonava la chitarra.
Nessuno che aveva un sogno da realizzare. Nessuno che volesse essere felice.
Nessun innamorato che avrebbe preso quel treno con lei.
 
Sentì un fischio lontano. Si alzò dalla panchina, prese la sua valigia ed aspettò l’arrivo del treno in piedi sulla banchina.
Era sola.
Il treno arrivò piano, senza far rumore, tutto d’un soffio.
Era sola.
Si aprirono le porte, salì ed entrò nella prima carrozza.
Tutti i posti erano liberi. O per meglio dire, vuoti.
Era sola.
 
Sistemò la valigia, si sedette e guardò fuori dal finestrino.
C’era un sacco di gente che andava e veniva, indaffarata per la propria vita, per il lavoro, per la scuola, per le malattie, per i soldi, per la bella vita, per le proprie faccende personali da sbrigare il più in fretta possibile. Tutto troppo frenetico.
 
Il treno partì piano, senza farsi sentire, senza dare nell’occhio.
Era sola.
Era sola ed era partita per un mondo che non conosceva.
Era sola e sarebbe rimasta per sempre sola, poiché non c’era persona che avrebbe potuto sognare, amare, vivere e ridere con lei.
 

Simmy.

Annunci

Scrivi un commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...